In primo piano

Settimana 8: Frodare sui piccoli annunci grazie all’ingegneria sociale

27.02.2024 - Le frodi tra i piccoli annunci sono tra i reati più frequentemente denunciati alla polizia. Il fatto che si tratti di un’attività redditizia per i malintenzionati è dimostrato dall’inesauribile creatività degli espedienti attuati a scopo di truffa. Nel mirino di tre nuove varianti segnalate all’UFCS nelle ultime settimane troviamo alcuni utenti dell’app di pagamento TWINT, caduti vittima di una trappola.

Florian Schütz partecipa al Common Good Cyber Workshop 2024 a Washington D.C.

26.02.2024 - Il 26 e 27 febbraio la Svizzera parteciperà nuovamente al promovimento di una migliore cibersicurezza a livello internazionale. Florian Schütz, direttore dell’Ufficio federale della cibersicurezza, prenderà parte al Common Good Cyber Workshop 2024 s Washington D.C., organizzato dall’ONG Global Cyber Alliance.

Settimana 7: «Mod» e «trucchi» - Di cosa deve essere consapevole nei videogiochi

20.02.2024 - I giochi per computer sono più popolari che mai. Ma, proprio come nella vita reale, non tutti rispettano sempre le regole. Di seguito potete scoprire come la ricerca di trucchi per i videogiochi possa portare a esiti nefasti.

Settimana 6: il vostro account di posta elettronica è un bersaglio ambito per i truffatori

13.02.2024 - L’UFCS riceve continuamente segnalazioni di account violati sui social media o di ordini indesiderati negli shop online. In molti casi, la frode può essere ricondotta a un account e-mail hackerato. Purtroppo, spesso si sottovaluta l’importanza di proteggere questi account.

Settimana 5: Proteggete la vostra rete privata da accessi non autorizzati

L’UFCS ha ricevuto una segnalazione su un caso in cui i criminali informatici sono penetrati nella rete di un privato. Dopo aver criptato le foto private di famiglia e altri dati, è stata recapitata una lettera ricattatoria che chiedeva un sostanzioso riscatto.

Settimana 4: I trucchi usati dai phisher per ottenere dati «puliti»

30.01.2024 - Ormai molti utenti di Internet riconoscono il phishing come un tentativo di inganno. È importante non cliccare sul link e ignorare o cancellare l’e-mail o il messaggio di testo. Tuttavia, molte persone sono tentate di cliccare sul link e di inserire nomi inventati o combinazioni di lettere casuali per ingannare i truffatori. Questi dati casuali, che non hanno alcun valore per i truffatori, si aggiungono poi ai dati inseriti dalle vittime reali. Tali liste non possono essere semplicemente rivendute o riutilizzate dai truffatori così come sono, ma devono prima essere ripulite, un’operazione che richiede tempo. Per questo motivo i truffatori trovano sempre nuovi trucchi per mantenere gli elenchi di password il più possibile puliti.

Rapporto anti-phishing 2023

29.01.2024 - L’anno scorso l’NCSC, ora UFCS, ha ricevuto e analizzato circa 554 000 segnalazioni di phishing. A partire da queste è stato possibile identificare 10 007 siti web come siti di phishing e informare i gestori delle pagine web. Nel rapporto anti-phishing pubblicato oggi, l’UFCS fornisce una panoramica dell’analisi nonché delle informazioni relative ai nomi dei marchi e ai domini usati più frequentemente in modo improprio. Indica inoltre le misure e le raccomandazioni più importanti per proteggersi dal phishing.

Settimana 3: Presunte commissioni sulla piattaforma di vendita Etsy

23.01.2024 - Nelle ultime settimane l’UFCS ha ricevuto numerose segnalazioni riguardanti la piattaforma di annunci Etsy. Subito dopo la creazione di un account, i nuovi venditori ricevono un messaggio, apparentemente da parte di Etsy, in cui gli viene comunicato che è necessario effettuare la verifica del metodo di pagamento per poter attivare il negozio online. Tuttavia, il messaggio è un tentativo di phishing.

Diverse pagine web dell’Amministrazione federale temporaneamente irraggiungibili a causa di un attacco DDoS

17.01.2024 - Mercoledì 17 gennaio 2024 diverse pagine web dell’Amministrazione federale non erano temporaneamente raggiungibili a causa di un attacco DDoS. Il gruppo filorusso «NoName» rivendica l’attacco, dovuto alla partecipazione del presidente ucraino, Volodymyr Zelenskyj, al WEF. Gli specialisti della Confederazione hanno rapidamente rilevato il ciberattacco e adottato le misure necessarie per ripristinare quanto prima il funzionamento delle pagine web. Un simile attacco era atteso ed erano state pertanto attuate le relative misure in materia di sicurezza. Gli attacchi DDoS mirano a limitare la disponibilità delle pagine web, senza però causare una fuga di dati.

Settimana 2: di truffatori che apparentemente vivono nelle valli alpine

16.01.2024 - Le truffe tramite le inserzioni sono uno dei fenomeni per i quali l’UFCS riceve spesso notifiche. Si tratta di un imbroglio a scapito dell’acquirente o del venditore di merci che vengono offerte tramite annunci su una delle piattaforme più comuni. E qui vi spiegheremo perché spesso i criminali abitano in zone piuttosto remote.

Informazioni degli anni precedenti

Ultima modifica 28.12.2023

Inizio pagina